Gian Pietro Forcolin: “Daniele e Samuele due ottimi prospetti. Daremo loro tutto il supporto per adattarsi alla nuova categoria”

Forcolin

Gian Pietro Forcolin parla dei due ragazzi siciliani provenienti dal Team Nibali lasciando loro il tempo di adattarsi alla nuova categoria

Dopo gli esami di maturità sostenuti, con ottimi risultati, finalmente arriva il giorno dell’esordio in maglia B&P Cycling Team , del presidente Gian Pietro Forcolin, di Daniele Formica Samuele La Terra Pirrè che oggi saranno impegnati nell’80° Giro delle Province che si terrà, come di consueto, a Marciana di Cascina (PI).

Partenza da Cascina alle 13,30, per l’arrivo situato come sempre a Marciana su via Paolo Savi Sud dopo 135 km e mezzo; percorso che comprende un circuito da ripetere 5 volte comprendenti la salita del Termine di Buti e i passaggi anche da Fornacette, Vicopisano, Cascine di Buti, Bientina, Fornacette, Cascina, I primi due non prevedono il passaggio da Marciana (zona arrivo) a differenza dei tre successivi, con arrivo attorno alle 16,40. Un vero e proprio battesimo con il fuoco; domani i ragazzi ritorneranno in sella e saranno presenti a Mastromarco per il Trofeo Chianti Sensi.

I due ragazzi siciliani provenienti dal Team Nibali martedì scorso hanno raggiunto il quartier generale del team; “i ragazzi già lo scorso anno erano saliti su a vedere la casetta – le parole di Forcolin – e questo martedì si sono ufficialmente uniti al resto della squadra. Daniele e Samuele sono due ragazzi dalle buone potenzialità da confermare in un contesto diverso da quello in cui sono sempre stati abituati; già oggi al Giro delle Province andranno in contro alle prime difficoltà della nuova categoria.”

Daniele e Samuele hanno corso la prima parte della stagione prevalentemente in Sicilia tra strada e pista raccogliendo vittorie e piazzamenti e “adesso arriva quella parte della stagione in cui loro dovranno adattarsi alla nuova categoria – prosegue il presidente della B&P – e daremo loro 3-4 mesi di ambientamento per poi tirare le somme ed eventualmente intervenire per cercare il più possibile di aiutare i ragazzi. Abbiamo in calendario molto fitto che ci porta quasi ogni due giorni a gareggiare in nord Italia e anche in Slovenia quindi non mancheranno le occasioni per farli crescere in maniera graduale e senza troppe pressioni. Dal punto di vista tecnico Samuele mi sembra il più veloce tra i due con Daniele che tiene bene il passo in pianura; sono comunque valutazioni che nel tempo possono evolversi soprattutto a questa età”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: