Il Giro di Sicilia (2.1), Stage 4: numero di Vincenzo Nibali che vince tappa e corsa

Vittoria voluta e cercata con l’attacco lungo la salita di Scorciavacca. Nibali stacca tutti e vince la tappa e Il Giro di Sicilia

Nibali

 

Commozione. Irrefrenabile commozione. 260 giorni dopo l’ultima vittoria datata 27 luglio 2019 nella ventesima tappa del Tour de France 🇫🇷 con la vittoria a Val Thorens arriva finalmente una nuova vittoria da parte di Vincenzo Nibali 🇮🇹 (Trek – Segafredo) che si impone “a modo suo” nell’ultima tappa de Il Giro di Sicilia 🇮🇹 (2.1) con arrivo a Mascali e aggiudicandosi la classifica finale della corsa di casa.

Una tappa di 180 km, con partenza da Sant’Agata di Militello e arrivo a Mascali, con 2500 metri di dislivello e due GPM da affrontare: Portella MandrazziSciara di Scorciavacca. Ad inizio corsa un gruppetto capeggiato da Filippo Fiorelli 🇮🇹 (Bardiani CSF – Faizanè) cerca di portare via un gruppo ma il plotone non gli lascia spazio; successivamente hanno il via libera Christopher Froome 🇬🇧 (Israel Start – Up Nation), Alessandro Tonelli 🇮🇹, Julen Amezqueta 🇪🇸 (Caja Rural – RGA Seguros), Joan Bou 🇪🇸 (Euskaltel – Euskadi), Marco Brenner 🇩🇪 (Team DSM), Edward Ravasi 🇮🇹 (EOLO – Kometa), Riccardo Verza 🇮🇹 (Zalf Euromobil Fior) e Cristian Scaroni 🇮🇹 (GazProm – RusVelo) che si aggiudica la classifica della maglia verde pistacchio come miglior scalatore della corsa.

Portella Mandrazzi fa tanta selezione in un gruppo che tiene a bada la fuga sempre nel mirino e mai fuori dai radar della Movistar Trek ma il momento clou arriva sulle prime rampe dello Scorciavacca quando, in situazione di gruppo compatto, attacca David de La Cruz 🇪🇸 (UAE Team Emirates) che seleziona il gruppo e si porta dietro il leader Alejandro Valverde 🇪🇸, Nibali, Romain Bardet 🇫🇷 e Lorenzo Fortunato 🇮🇹.

A cinque chilometri dalla vetta attacca lo Squalo che stacca tutti gli avversari e scollina con un vantaggio di circa 40″ sugli immediati inseguitori che in discesa non riescono ad organizzarsi; Vincenzo pennella tutte le curve, non prende rischi e vince in solitaria la tappa e sul podio veste la maglia giallo – rossa del leader della classifica generale, completano il podio di giornata Simone Ravanelli 🇮🇹 (Androni Giocattoli – Sidermec) e Alessandro Covi 🇮🇹.

“E’ la vittoria del cuore, cercata e voluta – una raggiante Rachele Perinelli – che dimostra la professionalità di Vincenzo che troppo spesso è stato giudicato. Ha vinto in casa rispettando tutto quello in cui crede, il duro lavoro e i sacrifici che un professionista deve seguire per restare competitivo a certi livelli”.

In classifica generale Nibali precede Valverde di 46″ e Covi di 49″. Molto bene anche Antonio Nibali che chiude la tappa nel gruppo Valverde e nella generale si piazza a ridosso dei primi dieci, dodicesimo, a 1’26” da suo fratello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: