Tour de France 🇫🇷 (2.UWT), Stage 9: impresa di Ben O’Connor a Tignes. Pogacar in pieno controllo

Ben

Ben O'Connor (Photo ASO)

O’Connor vince a Tignes dominando i compagni di fuga. L’australiano sale al secondo posto. Pogacar in superiorità

Nairo Quintana (Photo ASO Pauline Ballet)

Ben O’Connor 🇦🇺 (AG2R Citroën Team) vince la nona tappa, con arrivo a Tignes, del Tour de France 🇫🇷 (2.UWT) a coronamento di una frazione che l’ha visto protagonista prima della fuga di giornata e poi un’azione nel finale che gli permettere di vincere la sua prima tappa alla Grande Boucle.

Non prendono parte alla tappa Primoz Roglic 🇸🇮 (Team Jumbo – Visma), arrivato ieri terzultimo a 35 minuti, e un grandissimo Mathieu Van der Poel 🇳🇱 (Alpecin – Fenix) che con il suo completino si presenta alla partenza per spiegare le motivazioni del suo ritiro riconducibile alla preparazione per le Olimpiadi di Tokyo dove sarà impegnato in MTB.

Maxi fuga di un gruppone di 40 uomini tra cui: Julian Alaphilippe 🇫🇷 e Mattia Cattaneo 🇮🇹 (Deceuninck – Quick Step), Bauke Mollema 🇳🇱 (Trek – Segafredo), Wout Poels 🇳🇱, Sonny Colbrelli 🇮🇹, Dylan Teuns 🇧🇪 e Matej Mohoric 🇸🇮 (Bahrain – Victorious), Ben O’Connor, Jakob Fuglsang 🇩🇰 (Astana – Premier Tech), Sergio Higuita 🇨🇴 (EF Education – Nippo), Warren Barguil 🇫🇷 e Nairo Quintana 🇨🇴 (Team Arkèa Samsic) e Michael Woods 🇨🇦 (Israel Start – Up Nation).

Già dalla prima salita in programma Poels e Quintana si danno battaglia per la maglia a pois che a fine tappa sarà vestita dal colombiano; vantaggio sul gruppo che sale a 8’. Molto presto a dire addio alla classifica generale è Wout van Aert 🇧🇪 che decide di sfilarsi e salire con il gruppo dei velocisti.

Si forma presto un terzetto in testa alla corsa composto da Quintana, Higuita e O’Connor che prendono un vantaggio di 2’ sul primo gruppo degli inseguitori; nel frattempo l’UAE Team Emirates inizia ad alzare il ritmo con il plotone che perde diverse unità.

Inizia la salita finale con Quintana che perde subito le ruote di Higuita e O’Connor con l’australiano che resta da solo a 17 Km dall’arrivo; il ciclista dell’AG2R vince in solitaria riservando pesanti distacchi a tutti i suoi compagni di fuga.

INEOS Grenadiers che prepara l’attacco di Richard Carapaz 🇪🇨 che parte ma ben presto deve alzare bandiera bianca difronte all’attacco di Tadej Pogacar 🇸🇮 che guadagna altri 30” sul vincitore del Giro 2019. A completare il podio di giornata gli azzurri Cattaneo a 5’07” e Colbrelli a 5’34”. Sette gli atleti fuori tempo massimo tra cui Arnaud Démare 🇫🇷Jacopo Guarnieri 🇮🇹 della Groupama – FDJ.

In classifica generale comanda sempre Tadej con un vantaggio di 2’01 sul vincitore di tappa e più di 5 minuti su tutti coloro che potranno solo giocarsi un piazzamento finale a Parigi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: