Le Tour de France 🇫🇷 (2.UWT), Stage 13: Chatel Guyon – Puy Mary Cantal ⭐⭐⭐⭐⭐

Tappa dura con pochissimi metri di pianura. Gli ultimi 30 km sono tutti da vivere sperando che il gruppo non si svegli a ridosso dell’ultima e impegnativa salita.

Sette GPM, arrivo in salita e zero metri di pianura. 191,5 km con partenza da Chatel Guyon e arrivo sul durissimo Puy Mary Cantal. 4459 metri di dislivello.

Neanche il tempi di iniziare la corsa che il gruppo già inizia a salire verso Chateaugay una salita, non è un GPM, di 3500 metri al 5,3%. Un breve tratto per arrivare a Clermont – Ferrand dove inizia la prima salita della giornata.

Il Col de Ceyssat (10,4 km al 6%) è seguito in rapida successione dal Col de Guéry (7,9 km al 4,8%) e dalla Montée de la Stele (7 km al 5,5%).

Qui il gruppo potrà rifiatare nella discesa che porta allo sprint di Lanobre prima di ricominciare a salire verso la Cote de l’Estiade (2,8 km all’8%).

La strada dopo lo scollinamento continua a salire fino ai 963 metri di Trizac prima di affrontare un breve tratto di discesa che precede lo strappetto che porta a Moussages (2,1 km al 5,3%).

Nuovamente discesa per risalire verso la Cote de Anglards de Salers (4,2 km al 6,3%).

Gli ultimi 30 km sono molto difficili e qui si dovrebbe accendere la corsa con la scalata del Col de Neronne (4 km all’8,5% di pendenza media) e infine la salita finale di Pas de Peyrol (5,4 km al 7,7%) con gli ultimi 2 km al 12,5%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: