Itzulia Basque Country 🇪🇸 (2.UWT), Stage 2: festa basca a Sestao per l’Astana con la doppietta Aranburu – Fraile

Alex Aranburu (Photo Gomez Sport)

Trionfo basco a Sestao con la doppietta Aranburu – Fraile. Primo sigillo World Tour per il 25enne di Ezkio – Itsaso. Roglic resta leader della corsa

Stage 2 Zalla - Sestao
Stage 2 Zalla – Sestao

Sestao, sede d’arrivo della seconda tappa dell’Itzulia Basque Country 🇪🇸 (2.UWT), protagonista di giornata l’Astana – Premier Tech con la doppietta basca firmata Alex Aranburu 🇪🇸 e Omar Fraile 🇪🇸 un trionfo che esalta le doti di attaccanti dei due ciclisti di casa; a completare il podio di giornata è Tadej Pogacar 🇸🇮 (UAE Team Emirates) che si prende l’abbuono accorciando, di poco, sul leader della corsa Primoz Roglic 🇸🇮 (Team Jumbo  – Visma).

Inizio frazione che si svolge sotto la pioggia che tuttavia non fa paura per chi cerca di entrare nell’azione della giornata; dopo un paio di tentativi, annullati dal gruppo, arriva l’attacco buono formato da  Martijn Tusveld 🇳🇱 e Kevin Vermaerke 🇺🇸 (Team DSM), Quinten Hermans 🇧🇪 (Intermarché – Wanty – Gobert Matériaux), Ben Gastauer 🇱🇺 (AG2R Citroën Team), Óscar Cabedo 🇪🇸 (Burgos – BH), Mikel Iturria 🇪🇸 (Euskaltel Euskadi) e Jon Irisarri 🇪🇸 (Caja Rural – RGA Seguros).

Vantaggio dei fuggitivi che sfiora i 4′ ma il gruppo già a metà frazione riporta il gap a 1’45”: caduta per Wilko Kelderman 🇳🇱 (BORA – hansgrohe) che riporta diverse escoriazioni ma riesce a resistere e rientrare in gruppo. A chiudere definitivamente sulla fuga ci pensano gli uomini dell’INEOS Grenadiers.

Sulle prime rampe de La Asturiana a muoversi è Guillaume Martin 🇫🇷 (Groupama – FDJ) seguito da Pogacar sui quali il gruppo dei migliori chiude con qualche attimo di ritardo; arriva il momento dell’accelerazione di Maximilian Schachmann 🇩🇪 che si porta dietro Roglic, Brandon McNulty 🇺🇸 e Sergio Higuita 🇨🇴 ma verranno ripresi nel primo tratto in discesa.

Proprio in questo momento attacca Aranburu che lungo la discesa molto insidiosa e scivolosa, fa il vuoto e trionfa sullo strappo finale di Sestao.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: