Tirreno – Adriatico 🇮🇹 (2.UWT), Stage 5: Mathieu Van der Poel che fenomeno!!! Sua la tappa dei muri

Mathieu Van der Poel (Photo Tirreno - Adriatico)

Il campione olandese dell’Alpecin – Fenix attacca da solo a km 40 km dall’arrivo ma rischia nel finale con Pogacar che nell’ultimo km lo va quasi a riprendere

 

 

Grandissima vittoria di Mathieu Van der Poel 🇳🇱 (Alpecin – Fenix) che domina la tappa dei muri della Tirreno – Adriatico 🇮🇹 (2.UWT) e mette a segno la quarta vittoria stagionale; podio di grandissimo livello completato da Tadej Pogacar 🇸🇮 (UAE Team Emirates) e Wout van Aert 🇧🇪 (Team Jumbo – Visma) con il ciclista sloveno che mette una seria ipoteca sulla classifica finale della “Corsa dei Due Mari”.

Una tappa che nella prima ora va via ad una velocità media superiore ai 50 km/h; a comporre la fuga di giornata Filippo Ganna 🇮🇹 (INEOS Grenadiers), Jonas Rickaert 🇧🇪 (Alpecin – Fenix), Pello Bilbao 🇪🇸 (Bahrain – Victorious) e Davide Ballerini 🇮🇹 (Deceuninck – Quick Step).

Vantaggio massimo della corsa che sfiora i 5 minuti all’entrata del circuito di Castelfidardo, di 23 km, che non presenta un metro di pianura e con ben tre muri da affrontare; a 65 km dall’arrivo il primo a muoversi è Mathieu Van der Poel che spezza letteralmente il gruppo.

Il primo ad alzare bandiera bianca è Julian Alaphilippe 🇫🇷 che a causa di un problema meccanico deve dire addio ai sogni di gloria; il gruppetto dei migliori chiude sul campione olandese che risponde al successivo attacco di Egan Bernal 🇨🇴.

Annullato anche l’attacco del colombiano ci riprova nuovamente Van der Poel che finalmente fa il vuoto con il gruppo degli inseguitori che piano piano si rinforza complice anche il ritmo imposto da Davide Formolo 🇮🇹 che è bravissimo a fare rientrare in gruppo Tadej Pogacar 🇸🇮, anche per lui problema meccanico, e dopo a mettersi in testa a scandire il passo.

Mathieu nel frattempo è letteralmente scappato con il suo vantaggio che a 21 km dall’arrivo ha un vantaggio superiore ai 3 minuti sul gruppo maglia azzurra dal quale fuoriescono Fabio Felline 🇮🇹 (Astana – Premier Tech), Marc Soler 🇪🇸 (Movistar Team) e Alessandro De Marchi 🇮🇹 (Israel Start – Up Nation).

Pogacar si muove e sferra il suo attacco appena la strada riprende a salire; reagisce Wout van Aert seguito con qualche metro di di distacco da Mikel Landa 🇪🇸. Ben presto il ciclista sloveno resta da solo come il resto del gruppo sparpagliato lungo il percorso; arriveranno uno ad uno.

Il finale è al cardiopalma per MVDP in tremenda difficoltà ma che riesce a mantenere un decina di secondi di vantaggio su Pogacar sull’arrivo di Castelfidardo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: